Biblioteche

Le biblioteche hanno un ruolo decisivo nel contesto di Nati per leggere. Grazie ai loro fondi, alle competenze nel campo della letteratura per ragazzi e alle attività di animazione alla lettura che in genere propongono, assumono il ruolo di mediatori tra l’oggetto libro e le famiglie. In questo modo garantiscono che i primi passi nel mondo della lettura e dei libri.

Le biblioteche aderenti a Nati per leggere possono quindi:
 

  • invitare le famiglie con bambini piccoli in biblioteca;
  • invitare i genitori a colloquiare con i loro bebè;
  • creare un angolo adatto a bambini molto piccoli (scaffali bassi, tappeto, cuscini, ecc.), facilmente riconoscibile grazie, ad esempio, al manifesto appositamente creato;
  • garantire la presenza in biblioteca dei libri consigliati nella bibliografia di riferimento di NPL (acquistati o presi in prestito gratuito da Bibliomedia);
  • disporre di un settore libri per la prima infanzia (libri cartonati, illustrati, ecc.);
  • proporre momenti di lettura dedicati ai bambini e ai loro genitori, con lo scopo di suggerire (in maniera molto spontanea e senza imposizione alcuna) alcune modalità di lettura. Questi momenti di incontro fra mamme, bambini e bibliotecarie, possono diventare simpatiche occasioni di conoscenza reciproca, dove è possibile scambiare utili consigli di ogni genere.
  • mettere a disposizione dei genitori libri specifici sul tema della lettura nella prima infanzia.